domenica 24 giugno 2012

Sbarchi di migranti - L'Arci chiede spiegazioni

Riceviamo e pubblichiamo

COMUNICATO STAMPA 

CHE FINE HANNO FATTO GLI EGIZIANI SBARCATI A BARI?

Con riferimento allo sbarco nel porto di Bari, questa mattina, sabato 23 giugno, di un barcone con a bordo (secondo la questura di Bari) 72 migranti, uomini e donne e tra cui diversi minori di varia nazionalità, la presidente dell’ARCI di Bari Livia Cantore ha espresso la sua preoccupazione nella nota che segue:

“Da fonte certa sappiamo che almeno quaranta dei profughi sbarcati a Bari stamattina sono di nazionalità egiziana e tra questi una buona parte è di religione cristiana copta, una delle minoranze più consistenti e fortemente discriminata in Egitto in questo momento.
Il personale della questura intervenuto per organizzare lo sbarco ci ha impedito di incontrarli e non ha voluto comunicarci il luogo in cui sono stati alloggiati.
Un comportamento di cui non comprendiamo le motivazioni e che è per noi fonte di preoccupazione.
In questo periodo la situazione sociale e politica in Egitto è molto difficile e i cristiani copti sono sempre più spesso vittima di episodi di intolleranza religiosa: chiediamo di sapere dove si trovano in questo momento i profughi egiziani e soprattutto vogliamo essere sicuri che siano stati informati delle possibilità di accedere alla richiesta di asilo per la protezione internazionale.”

Comunicato del 23 giugno  2012
Dall’Ufficio Stampa Arci Bari (Luca Basso 3478423793)

Nessun commento:

Posta un commento