mercoledì 31 ottobre 2012

Omicidio Panunzio, il coordinamento di Libera Foggia ne ricorda la storia


6 novembre 1992: viene ucciso a Foggia Giovanni Panunzio, imprenditore edile che non si volle piegare al ricatto delle estorsioni. Un rifiuto che da solo sarebbe bastato a scatenare una reazione violenta della criminalità organizzata. Ma Panunzio fece di più: denunciò, scrisse un memoriale e consegnò tutto alla magistratura. È stato ucciso per strada, mentre in Consiglio comunale si discuteva il nuovo piano regolatore.

6 novembre 2012: sono passati vent’anni da quella brutta storia. Cos’è cambiato? Quali interessi si nascondono dietro il mondo dell’edilizia e come incide il racket delle estorsioni sull’economia locale?

Questi sono alcuni dei temi che saranno affrontati martedì 6 Novembre alle ore 9,30 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza di Foggia, nell’incontro organizzato dal Coordinamento provinciale di Foggia di Libera – Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie, in collaborazione con l’Università degli Studi di Foggia, la Rete della Conoscenza Puglia e il sindacato studentesco Link Foggia.

Si partirà dalla testimonianza di Michele Panunzio, figlio di Giovanni, per tracciare poi risposte e prospettive concrete d’impegno nella città. Interverranno per l’occasione: Daniela Marcone, coordinatrice di Libera Foggia; Franco Arcuri, assessore alla Sicurezza del Comune di Foggia; Michele Emiliano, sindaco di Bari, nonché magistrato che seguì le indagini all’epoca dell’omicidio, e Tano Grasso, presidente onorario della Federazione delle associazioni antiracket e antiusura italiane.

Durante la manifestazione saranno consegnati i premi di laurea sul tema dell’usura della Fondazione Buon Samaritano. La giornata proseguirà nel pomeriggio, alle ore 18.30 a Lucera, dove sarà inaugurato il Presidio cittadino di Libera, intitolato a Giovanni Panunzio presso il Teatro della Parrocchia di Santa Maria delle Grazie, zona 167.

(fonte Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Coordinamento Provinciale di  Foggia)

Nessun commento:

Posta un commento