sabato 17 novembre 2012

Fino al 25 novembre la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti 2012 - Intanto l'emergenze non finiscono mai


Sono 5.261 le azioni validate della quarta edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (European Week for Waste Reduction – Ewwr), promossa dal Programma Life+ e finanziata dalla Commissione Europea, in programma dal 17 al 25 novembre si preannuncia come la più partecipata di sempre. È questo il dato comunicato durante la presentazione ufficiale, che si è svolta lo scorso 9 novembre alla fiera Ecomondo di Rimini. 

L'edizione di quest'anno va oltre le aspettative, superando decisamente le oltre 900 azioni validate lo scorso anno, che permisero comunque all’Italia di essere il secondo Paese a livello europeo per numero di progetti. Alla presentazione sono intervenuti i rappresentanti del Comitato promotore nazionale, composto da Ministero dell'Ambiente, Federambiente, Aica, Provincia di Torino, Rifiuti 21 Network, Provincia di Roma, Legambiente ed Eco dalle Città

La “Settimana” nasce all’interno con l’obiettivo primario di sensibilizzare le Istituzioni, gli stakeholder e tutti i consumatori circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea, che gli Stati membri devono perseguire, anche alla luce delle recenti disposizioni normative (direttiva quadro sui rifiuti, 2008/98/Ce). Tra i project developer quest'anno c'è anche il gruppo Intesa Sanpaolo che grazie alla sua adesione ha permesso di raggiungere le 5.261 azioni validate. Nel corso della "Settimana" presso i 4.086 sportelli automatici del gruppo bancario apparirà un messaggio che inviterà i clienti a non stampare la ricevuta dell'operazione. 

La novità di quest’anno è l’istituzione del Premio Nazionale Italiano per premiare le azioni più virtuose di ogni categoria che dimostreranno di aver raggiunto gli obiettivi della “Settimana” in visibilità e aspetti comunicazionali; originalità ed esemplarità; qualità del contenuto e concentrazione sulla prevenzione dei rifiuti; riproducibilità dell’azione e follow-up in termini di impatto a lungo termine. Le premiazioni si svolgeranno a Roma il 12 dicembre 2012 nella sala Spazio Europa della rappresentanza in Italia dell'Unione Europea. In Italia la “Settimana” è realizzata sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, col patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Presidenza della Camera e del Senato, dell’Unesco e col sostegno del Conai come main sponsor e del Cic (Consorzio Italiano Compostatori).

Tutte le informazioni sulla Settimana e l'elenco completo delle azioni su
http://www.ewwr.eu/
www.menorifiuti.org. 
Potrete avere ulteriori informazioni anche dai media partner dell’edizione 2012:Econews, Rifiutilab, GSA Igiene Urbana, Green report, AlternativaSostenibile, Free Service.

Cassonetti stracolmi - Foto Archivio Vito Stano
Intanto ci sono alcune realtà europee, come Cassano delle Murge piccolo centro in provincia di Bari situato ai piedi dell'altopiano delle Murge, dove la situazione della gestione dei rifiuti solidi urbani è grave, con una percentuale di raccolta differenziata ferma al 4,60% (ultimo dato di agosto, fonte rifiutiebonifica.puglia.it). Ormai da diversi mesi i cittadini pagano già per il nuovo servizio porta a porta, appaltato all'Ati Tradeco-Murgia Servizi Ecologici già gestore e attualmente in proroga, ma per le strade i cassonetti sono uno spettacolo da evitare. I rifiuti addirittura non vengono raccolti e vengono lasciati a marcire per strada e nei cassonetti, come questa foto d'archivio rappresenta bene e come anche l'assessore alla Tutela dell'ambiente del comune di Cassano delle Murge Carmelo Briano denuncia in una nota diramata in mattinata.

“Abbiamo registrato - ha affermato l'assessore alla Tutela dell'ambiente Carmelo Briano - alcuni disservizi nella raccolta del vetro e dei rifiuti soldi urbani nelle zone extraurbane da parte della ditta Tradeco-Murgia Servizi Ecologici.
Non conosciamo i motivi che hanno rallentato le operazioni di raccolta e auspichiamo - continua l'assessore Briano - che la società incaricata possa immediatamente ripristinare il servizio con regolarità.
Il nostro Comune  - chiosa Briano - va verso un nuovo modello di gestione del servizio che chiama alla responsabilità tutti: i cittadini, gli amministratori e chi è deputato contrattualmente a gestire la raccolta rifiuti”.

Intanto che la settimana europea della riduzione dei rifiuti torni utile per divulgare buone pratiche, ci sono luoghi dove le Direttive europee non trovano applicazione: per la lentezza burocratica (assessore Carmelo Briano) o per lungaggini dovute ad altre cause, nel frattempo qualcuno potrebbe iniziare un nuovo commercio: le mascherine anti odori.

17.11.2012
V.S.

Nessun commento:

Posta un commento