martedì 21 maggio 2013

Da Herzog a Wenders: al cinema Abc di Bari viaggio nel cinema '70-'80


Ieri Werner Herzog, oggi Wim Wenders. Al cinema Abc a Bari sono stati proiettati tre film del regista tedesco Werner Herzog: il primo dal titolo 'Paese del silenzio e dell'oscurità' è un documento di sconvolgente emotività sul mondo dei sordo-ciechi, soggetti dimenticati e marginalizzati da tutti, dalla società intera. Herzog racconta la storia di alfabeti altri, di mani che si tendono a cercare il contatto, di dita che sfiorano i palmi aperti, di vibrazioni gutturali: tutto ciò attraverso la vita di una donna, rinata grazie alla consapevolezza di sé e all'educazione specifica. La vita dei sordo-ciechi, come molto bene il regista narra, è difficile, ma la volontà di emergere dall'oblio spinge molti di loro a incontrarsi per stare assieme e programmare un percorso d'integrazione nella società tedesca del tempo (anni Settanta). Commovente e a tratti sottilmente comico, il film di Herzog prodotto circa trent'anni fa per molti aspetti è attualissimo, specialmente in questi anni di crisi, durante i quali "il superfluo" viene tagliato e armonizzato ai dettami dell'austerità. Dunque la denuncia che da questa pellicola emerge non può che essere fatta propria, specialmente al giorno d'oggi.

Le altre due pellicole ('L'estasi dell'intagliatore Steiner' e 'Fata Morgana') di Herzog hanno sprofondato il pubblico prima nella magia anni Settanta del volo con gli sci e in chiusura di serata nell'immagini tragicomiche sulla creazione della Terra e dell'elemento umano seguendo la leggenda di un popolo indigeno guatemalteca.

Oggi si prosegue con Wim Wenders: 'Nick's Movie. Lampi sull'Acqua' alle 18,30, 'Tokyo-Ga' alle 20,00, 'Appunti di viaggio su moda e città' alle 21,30.

21.05.2013
Vito Stano   

Nessun commento:

Posta un commento